News

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO!

Il mercato italiano vede la luce in fondo al tunnel

Mercato-Immobiliare-ItaliaNordGenovaVeneziaTorinoMilano-febbraio-2013

59560Il triennio appena iniziato (2016-2018) sembra portare novità sul fronte del mercato immobiliare italiano: è questo quanto espresso dalla ricerca elaborata da RUR (Rete Urbana delle Rappresentanze per Yard) e realizzata presso la rete di tecnici di Yard.

Finalmente, dopo lunghi ed interminabili anni, segnali oggettivi dimostrano che la caduta verso il baratro del mercato immobiliare è rallentata e si è conclusa: più da vicino, i dati mostrano che molto lentamentesi sta rimettendo in moto la macchina del comparto immobiliare, che dovrebbe, secondo gli studiosi ed i dati analizzati, portare alle posizioni qui di seguito descritte.

Il settore del Residenziale di nuova costruzione subirà una ripresa del numero di transazioni e dei valori a partire dal 2018; il Residenziale usato vedrà un incremento dei prezzi a far data dal 2018 con una successiva stabilizzazione delle compravendite; meno bene se la passerà il comparto commerciale che, se da un lato, vedrà un miglioramento nel 2018, dall’altra non raggiungerà ancora una stabilizzazione; la compravendita di uffici si stabilizzerà progressivamente e per quanto riguarda il segmento industriale e della logistica i valori resteranno in posizione regressiva.

Certo non sono notizie da favola, tuttavia a partire dal 2014 si è assistiti ad un’inversione di tendenza: dalle 869.000 transazioni immobiliari nel 2006 si è passati alle 407.000 del 2013 per giungere alle 440.000 abitazioni compravendute nel 2015.

Si prevede un’espansione del mercato immobiliare sino a raggiungere il picco nel 2020, mentre i prezzi raggiungeranno l’apice nel 2024, toccando un livello superiore a quanto raggiunto in precedenza.

In conclusione tale modello statistico mostra come si stia procedendo verso la normalizzazione del mercato immobiliare italiano, con buona pace dei proprietari immobiliari sia grandi che piccoli e che, con molti sacrifici nell’arco di decine di anni e attraversando più generazioni, hanno acquisito immobili sia come abitazione principale che ad uso investimento destinato all’affitto.

Ovviamente, il discorso affrontato sinora è molto a livello generale: occorre, infatti, parlare non di un solo mercato immobiliare, bensì di mercati immobiliari, dal momento che si registrano molte variabilità a livello locale.

Da notare che la crescita dei prezzi potrebbe essere ancora più accentuata nelle città medie che in quelle metropolitane….

In conclusione, acquistate immobili finchè i prezzi resteranno favorevoli!

mercato-immobiliare

 

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio