News

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO!

Affitto: con la casa non a norma, l’inquilino non paga il canone!

newsletter 2

La sentenza della Corte di Cassazione, per l’esattezza la numero 8637/2016, che farà discutere e tremare i proprietari degli immobili concessi in locazione e non perfettamente a norma….

Infatti la sentenza ha stabilito che la scoperta di vizi non riconoscibili, anche successiva alla stipula del contratto di locazione, che rendono l’abitazione pericolosa e non a norma, rendendone impossibile il godimento, legittima il conduttore a non pagare i canoni di locazione.

  Newsletter 1

E’ irrilevante per escludere la responsabilità del proprietario la circostanza che i vizi siano stati scoperti durante l’esecuzione di lavori ad opera del conduttore

Pertanto,l’evidente situazione di assoluta inutilizzabilità del locale rendeva legittima la sospensione del pagamento dei canoni di locazione, emerge, infatti, un grave inadempimento del proprietario nella consegna della cosa locata, affetta da un vizio così grave, per la comprovata impossibilità totale dell’uso dell’immobile.

                                                                                                                                                                                                                                      Newsletter3

Se da un lato occorre tutelare il conduttore, imponendo l’obbligo di mettere in locazione sul mercato immobili a norma urbanisticamente e per quanto riguarda gli impianti, dall’altro lato la Legge ha da sempre speso, e spende tuttora, fiumi di parole a tutela degli inquilini (che sono ritenuti, erroneamente, la parte debole) anche se morosi, senza avere alcun riguardo verso i locatori.

Pertanto, in conclusione, è giustificato ritenere che tale sentenza preoccupa non poco i proprietari, dal momento che in Italia gli inquilini sono molto tutelati ed il problema diventa intollerabile soprattutto in caso di morosità.

Tuttora, sino ad oggi, a differenza di altri paesi europei, non si è riusciti a legiferare in modo equo al fine di tutelare sia i conduttori che i locatori.

In alcuni casi, poi, i locatori si trovano sempre più spesso a dover fronteggiare e risolvere casi in cui gli inquilini ritardano o, addirittura, non pagano il canone di locazione e/o gli oneri accessori.

Articolo liberamente tratto da Idealista/news del 06/05/2016

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio